Perchè Non Installare Internet Explorer 8

In questi giorni in giro per la rete sono apparse numerose notizie sul fatto che Microsoft avrebbe deciso (finalmente direi), di permettere all’utente di disinstallare alcuni suoi prodotti dal suo nuovo Sistema Operativo, Windows 7. Inoltre a breve (data presunta il prossimo 18 marzo) verrà rilasciata la nuova versione di Internet Explorer 8, a 10 anni esatti dall’uscita di IE 5.

microsoft-ie8-installation

Quello che ha suscitato abbastanza scalpore dal punto di vista di chi nel Web ci lavora, è un video messo a disposizione dalla stessa Microsoft dove, grazie a suoi personalissimi benchmark, IE8 risulterebbe mediamente più veloce sia di Firefox 3.0.5 sia di Chrome nella visualizzazione delle pagine. All’interno dell’articolo analizzeremo il perché questo “benchmark” è virtualmente inutile e cosa significa realmente “browser standard compliant”.

Per prima cosa mi sembra doveroso mostrarvi la tabella comparativa stilata da Microsoft e basata sui tempi di caricamento dei 20 siti web più visitati al mondo:

microsoft-browsers-benchmar

Nel video viene mostrato come la maggior parte dei siti web visualizzati abbia un tempo di caricamento mediamente più veloce rispetto al tempo impiegato per renderizzare la pagina. Personalmente ritengo che la differenza in tempistiche tra un browser e l’altro, come tra l’altro fa notare la stessa Microsoft nel video comparativo (che si da quindi la zappa sui piedi), è paragonabile nella maggior parte dei casi ad un battito di ciglia, che si aggira attorno a 0.32 secondi: praticamente insignificante! In parole povere: a me, povero utilizzatore, non mi cambia assolutamente nulla se un sito si carica in 0.20 o in 0.22 secondi, o perlomeno parliamone!

Detto questo mi concedo un brevissimo excursus con il quale voglio analizzare a grandi linee il funzionamento di un qualsiasi browser (o programma chicchessia) allo stesso modo in cui Microsoft ha da sempre incentrato la sua politica: “l’utente medio è pressoché “stupido” di fronte ad un programma per il PC ed ha quindi bisogno di avere tutto subito nel modo più facile possibile“. Perché dico questo? Perché è lo stesso motivo che ha spinto i tecnici Microsoft a creare l’odiosa (o amata?) interfaccia Ribbon, quella utilizzata in Office 2007. Oramai mi capitano più spesso domande da amici/parenti/clienti che mi chiedono dove sia finito quel semplice comando che “una volta era lì”. Al ché la mia risposta è sempre la stessa: “Non ne ho la più pallida idea (a meno che non sia un comando palesemente semplice), perdiamoci un po’ di minuti assieme e troviamo questo maledetto comando!“.

Convinti ora che caricare Google.com in 0.20 secondi anziché in 0.22/0.28 faccia figo, ci diciamo pronti per mettere veramente a confronto i browser per quanto riguarda la navigazione sul Web. Perché diciamocelo, a quanti (su IE, magari perchè sono obbligati ad usarlo proprio perchè è installato solo quello) appena vedono un sito dove elementi scombinati si accatastano l’uno sull’altro o pezzi interi di pagine vengono spostati non viene il nervoso? Allora ci convinciamo ancora di più che Internet Explorer 8 sarà la pietra angolare della navigazione web con un pieno supporto degli standard e se vedo renderizzato bene un sito con Firefox/Chrome/Safari/Opera così sarà anche per Internet Explorer 8. Sarà vero? La risposta è una ed è composta da due lettere: no.

Per diletto, dopo una intensa giornata di studio mi sono messo a fare qualche test con un po’ di browser di ultima generazione e mi sono in particolare soffermato sul test Acid3, che non è altro che un test con cui è possibile verificare l’aderenza di un browser a determinati standard web (alcuni dei quali non ancora definitivi, come CSS3), ed ecco cosa è saltato fuori:

acid3-browser-comparative-t

Come noterete ho volutamente escluso Internet Explorer 7 in quanto è risultato puntualmente non idoneo alla pari dei suoi 2 cugini, mentre Safari 4 beta è risultato idoneo al 100%. Voi che ne pensate? Non siete ancora convinti? Me lo concedano gli amministratori, ma a questo punto mi gioco l’ultima carta. Ah dimenticavo, buona navigazione!

Una finestra sul Web2.0. Così definivo circa un anno fa la mia scoperta del nuovo significato che ha assunto Internet nella vita di ognuno. Presente sul Web da 10 anni, prima con siti personali realizzati da un liceale (io), oggi mi definisco quasi reduce di una guerra infinita tra dati, statistiche, studi di ottimizzazione per cercare di avere sempre il meglio. Sono studente specializzando di Ingegneria Informatica a Bologna, ahimè mi sento come uno dei tanti Socrate dell'informatica: "io ero il più sapiente perché ero l'unico a sapere di essere ignorante". Questo mi spinge a cercare di conoscere sempre più in profondità ogni cosa che mi capita davanti, sperando di capirci qualcosa.

  • D’accordissimo… e aggiungo velocità =! da qualità… Chrome è molto veloce rispetto Firefox ma per quanto riguarda il caricamento di alcuni script java lascia davvero a desiderare. Io mi tengo il mio pesante, buggato Firefox… gli altri possono pure bruciare :D

  • Guarda ti dirò, ho provato Safari (ho scritto appositamente un articolo) ed utilizzo normalmente Chrome perchè si avvia in un decimo di secondo, al contrario di Firefox che impiega invece un paio di secondi per avviarsi. Tuttavia in Chrome manca la comodità introdotta dalle estensioni di Firefox, cosa che dovrebbe ovviarsi nella prossima versione su cui stanno già lavorando. Che problemi hai riscontrato con il motore javascript di Chrome? Secondo me è una scheggia invece, con Ajax e DOM è ad un passo in più rispetto a tutti gli altri… però non ho testato proprio tutto…

Your Turn To Talk

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Lascia questi due campi così come sono: